All Stars News

ALL STARS NEWS
Volley Cup 2017/2018: pronto riscatto degli AllS che si impongono per 3 a 2 sul Don Bosco Vignate. Prossimo turno il 18 Dicembre a Sulbiate, contro gli HSL. DAJE ALLS !!!
→ Classifica provvisoria Girone A Volley Cup Top Level

Pensieri Profondi

PENSIERI PROFONDI
«Vorrei che tu venissi da me in una sera d’inverno e, stretti assieme dietro i vetri, guardando la solitudine delle strade buie e gelate, ricordassimo gli inverni delle favole, dove si visse insieme senza saperlo». (Dino Buzzati, Gli inviti superflui)

20/07/13

Sistema di gioco 5-1 All Stars: movimenti di posizionamento per ricezione, attacco e difesa

Il sistema di gioco più utilizzato nella pallavolo moderna è sicuramente lo schema 5-1. Questo schema prevede un alzatore unico, un opposto, due bande e due centrali, oltre ad un libero per la seconda linea.
Questo sistema ha alcuni notevoli vantaggi rispetto ad altri:
  • l’alzatore unico non riceve e difende poco, così da essere veramente dedicato e specializzato sull'alzata;
  • si aggiunge un giocatore d’attacco, l’opposto, aumentando le possibilità di uscite offensive;
  • si specializzano alcuni giocatori sulla fase di ricezione.
Esistono essenzialmente 2 differenti modalità di attuazione del sistema 5-1: con l’opposto che non riceve oppure con l’opposto che riceve. Nel primo caso l’onere della ricezione ricade totalmente, oltre che sul libero, sulle due bande. Nel secondo caso la fase di ricezione è ripartita fra 4 giocatori (libero, opposto e bande), ma con prevalenza del libero (che riceve in 6 rotazioni su 6) e dell’opposto (che riceve in 5 rotazioni su 6).

Il sistema di gioco scelto per la nostra squadra è il 5-1 con opposto che riceve.

Disposizioni e rotazioni
La prima differenza fra il vecchio 4-2 e il nuovo 5-1 è la disposizione in campo dei giocatori. Fino ad oggi, partendo dal posto 1 e procedendo in senso antiorario, ci disponevamo nella sequenza P-C-B-P-C-B. Nel 5-1, per semplificare i movimenti di scambio e di posizionamento, ci si dispone invece nella configurazione P-B-C-O-B-C.
Disposizioni
Nel 5-1 le varie rotazioni vengono identificate in base alla posizione dell’alzatore: P1 se l’alzatore parte dalla posizione 1, P2 se parte dalla posizione 2 e così via fino a P6.
Nel filmato ho cercato di sintetizzare e chiarire tutti i movimenti inerenti il sistema 5-1 e legati alle varie fasi di gioco (ricezione – attacco – difesa). Di seguito aggiungo comunque una spiegazione di quanto si vede nel video.


Note generali
In 3 rotazioni difensive su 6 l’alzatore si trova in seconda linea, ma deve essere pronto ad avanzare in prima linea per l’alzata il prima possibile. E’ importante allora che soprattutto su palla facile, l’alzatore anticipi l’avanzamento in prima linea e lasci agli altri giocatori l’onere del primo tocco d’appoggio. Sarà quindi molto importante la chiamata “FACILE” e il conseguente movimento di squadra.

Se comunque l’alzatore esegue il primo tocco, dovrà per forza di cose essere un altro giocatore ad alzare. Qui ci sono varie scuole di pensiero. Il sostituto dell’alzatore può essere:
  • l’opposto, in quanto sempre in prima linea quando l’alzatore è in seconda linea;
  • il libero, in quanto sempre a fianco dell’alzatore;
  • il centrale di prima linea, in quanto sempre in posto 3;
  • due giocatori diversi, uno in prima linea ed uno in seconda linea (per esempio libero e opposto), in funzione della traiettoria reale del pallone.
La scelta tra queste opzioni dipende molto dalle caratteristiche tecniche dei giocatori.

In 3 rotazioni d’attacco su 6 si trovano in prima linea 4 giocatori (3 attaccanti e l’alzatore) e quindi tutta la copertura è delegata a 2 soli giocatori: la concentrazione, la velocità di posizionamento e la volontà difensiva assumono in queste fasi un’importanza massima.

Movimenti di posizionamento: P1
P1
In questa rotazione l’alzatore deve “penetrare” in prima linea per alzare. La rotazione P1 è la più complessa in quanto la banda di prima linea e l’opposto si ritrovano dal lato “sbagliato” rispetto allo standard.

Ricezione
L’alzatore dalla posizione 1 avanza in prima linea, addossandosi a B1. Il libero si sposta in 1, la banda di seconda linea in 6 e, per completare la ricezione a tre, l’opposto scende in seconda linea in posizione 5. Attenzione che l’alzatore dovrà comunque sempre posizionarsi dietro B1 e a destra del Libero, per non commettere fallo di posizione.

Primo attacco
Appena parte la battuta dell’avversario l’alzatore si sposta nella sua posizione di alzata (fra 2 e 3) e B1 e C1 si preparano all’attacco: per questo primo attacco però la banda non si troverà nella sua posizione standard (posto 4) ma sul lato fuori mano (posto 2). Analogamente l’opposto, appena possibile in funzione della ricezione, ritorna in prima linea (posto 4) e si prepara ad attaccare. Il Libero e B2 avanzano e si preparano a coprire.

Difesa
Sull’attacco della squadra avversaria e sul nostro servizio la disposizione è quella standard che già realizziamo nel 4-2, con l’opposto al posto del secondo palleggiatore. Notate che:
  • dopo un nostro attacco l’alzatore si trova in prima linea e deve velocemente tornare nella sua posizione di difesa in seconda linea (posto 1);
  • appena possibile (subito dopo l’effettuazione del primo attacco o subito dopo l’esecuzione del nostro servizio) O e B1 si scambiano di posto, per ritrovarsi finalmente in posizione standard (banda in 4 e opposto in 2).
Attacco
Sull’eventuale attacco successivo l’alzatore avanza nuovamente (il prima possibile) in prima linea e i tre attaccanti (da sinistra a destra B1, C1 e O) si preparano. La copertura è sempre delegata al libero e a B2.

Movimenti di posizionamento: P6
P6
Anche in questo caso si ha la penetrazione dell’alzatore, ma banda e opposto si trovano subito in posizione standard.

Ricezione
L’alzatore dalla posizione 6 avanza in prima linea, addossandosi a O. Anche C1 si accentra per essere più pronto per il successivo attacco. In seconda linea, il libero si sposta in 6 e, per completare la ricezione a tre, B2 scende in seconda linea in posizione 5. Attenzione che l’alzatore dovrà comunque sempre posizionarsi dietro O e a destra del Libero, per non commettere fallo di posizione.

Attacco
Appena parte la battuta dell’avversario l’alzatore si sposta nella sua posizione di alzata (fra 2 e3) e C1 e O si preparano all’attacco. Analogamente B2, appena possibile in funzione della ricezione, ritorna in prima linea (posto 4) e si prepara ad attaccare. Il Libero e B1 avanzano e si preparano a coprire.

Difesa
Tutto come per P6, ma con la semplificazione che banda ed opposto si trovano subito in posizione standard, senza dover effettuare cambi e spostamenti.

Movimenti di posizionamento: P5
P5
Anche in questa rotazione si ha ancora la penetrazione dell’alzatore.

Ricezione
L’alzatore dalla posizione 5 avanza in prima linea, addossandosi a C2. Anche B2 si sposta a sinistra, a ridosso di C2, per essere più pronto per il successivo attacco. In seconda linea, B1 si sposta in 5, il Libero in 6 e, per completare la ricezione a tre, l’opposto scende in seconda linea in posizione 1. Attenzione che l’alzatore dovrà comunque sempre posizionarsi dietro C2 e a sinistra di B1, per non commettere fallo di posizione.

Attacco
Appena parte la battuta dell’avversario l’alzatore si sposta nella sua posizione di alzata (fra 2 e3) e C2 e B2 si preparano all’attacco. Analogamente l’opposto, appena possibile in funzione della ricezione, ritorna in prima linea (posto 2) e si prepara ad attaccare. Il libero (oppure C1 se è in campo per la battuta) e B1 avanzano e si preparano a coprire.

Difesa
Tutto come per P6, ma con la semplificazione che banda ed opposto si trovano subito in posizione standard, senza dover effettuare cambi e spostamenti.

Movimenti di posizionamento: P4
P4
Nessuna differenza rispetto al sistema 4-2. L’alzatore si trova già in prima linea e non sono quindi richiesti movimenti di penetrazione o ritorno.
L’unica nota che si può fare è che, in fase di ricezione, i componenti della prima linea si stringono uno su l’altro a sinistra (verso posto 4) per facilitare il successivo movimento di attacco di C2 e B2.

Movimenti di posizionamento: P3
P3
Anche qui nessuna differenza rispetto al sistema 4-2.
In fase di ricezione, C2 si stringe su P in posto 3 per facilitare il suo successivo movimento di attacco.


Movimenti di posizionamento: P2
P2
Ancora nessuna differenza rispetto al sistema 4-2.
In fase di ricezione, B1 si stringe su C1 in posto 4 per facilitare il suo successivo movimento di attacco.



Conclusione
Nel sistema di gioco 5-1 i movimenti sono sicuramente più articolati, ma non certo complessi. In definitiva nulla di così difficile da non poter essere, con volontà ed impegno, velocemente assimilato.
Inoltre, la maggior specializzazione dei ruoli permetterà allenamenti più specifici e mirati e quindi possibilità di miglioramento ancora maggiori.

Quindi, studiamo, impariamo e diamoci dentro! A settembre si ricomincia!!

11 commenti:

10 Davide ha detto...

Post incredibile. Mostruoso. Max infinito.

Riccardo Brambilla ha detto...

Impressionante. Stampo il vangelo secondo Max e lo tengo nel comodino

14 Sara ha detto...

Ottimo! Thx Max!
Non è difficile dai, possiamo farcela se cominciamo a guardarci le posizioni prima dell'inizio della stagione... :-)

8 Massimo ha detto...

Ops... a 2 minuti e 38 secondi ho inserito un bell'errore: come si vede dai movimenti delle pedine, l'opposto attacca da posto 2 e non da posto 4 come è scritto nel fumetto.

Bravi Pat e Fabi che se ne sono accorti subito.

Per ora non ho il tempo di correggere il video. Ssssst, non ditelo a nessuno!

24 Claudia ha detto...

Belloooooo.... no, anzi... strabello....

Ho studiato le posizioni e ho già preso nota di alcuni appunti (cioè domande hehehehe) sulle mie stampe. (sì sì dai preferisco sottoporle a voce)

Teoria acquisita... (anche senza appunti sott'okkio ... credo... ;p) ora manca la pratica.

Mi sono segnata anche i nomi degli O. C. B. A e L (beh gli A potevo evitarli, ma li ho segnati lo stesso) e scorrendoli, ruolo per ruolo, ho la sensazione che questo sia l'inizio di un nuovo bell'equilibrio...

Una considerazione ai miei compagni di ruolo (#CheGiàSanno):
'Cari alzatori... abbiamo un duro lavoro da fare... Tocca soprattutto a noi! Mentre la maggior parte degli altri si alleneranno sui salti... noi dovremo fare un bel salto... di qualità!!! ;))) '

E' giunta l'ora... Buttiamoci nell'arena... (ops scusate, ormai sono Hunger Games riferita) volevo dire buttiamoci in campo (senza cadere ne'???)

Cla 24 (mi firmo qui perchè non so che icona uscirà... ho fatto un po' di casotto con la registrazione...)
Son mica disastrino per niente... ;p

All Stars Volley ha detto...

@24Claudia: beh, un po’ di casotto l’hai fatto per davvero.

Tanto sta che nei lettori/membri del blog è comparso un tuo clone... Guarda le "faccine" in fondo alla pagina... La conosci per caso?

24 Claudia ha detto...

Quello non è il mio clone... è il mio alter ego... uno dei tanti... ;))))

7 laura ha detto...

in data 20 settembre 2013 dal mio pc di casa ho Finalmente studiato e visto e letto per la 1° volta il post :) meglio tardi che mai !! e cmq sempre in tempo ah ah ah

Luca Guidastri ha detto...

Studiare ho studiato... garantisco meno sui risultati :)

Samuele ha detto...

Molto utile sia per gli allenatori come vademecum che per gli atleti come schema di apprendimento. Complimenti

8 Massimo ha detto...

Grazie Samuele.
Se hai voglia, dai un occhio anche all'altro post all'indirizzo http://allstarsoreno.blogspot.it/2017/09/sistema-di-gioco-5-1-all-stars-schemi.html dove trovi descritto il sistema di gioco 5-1 nella variante con l'opposto fuori dalla ricezione.

Buona lettura!