All Stars News

ALL STARS NEWS
Volley Cup 2017/2018: pronto riscatto degli AllS che si impongono per 3 a 2 sul Don Bosco Vignate. Prossimo turno il 18 Dicembre a Sulbiate, contro gli HSL. DAJE ALLS !!!
→ Classifica provvisoria Girone A Volley Cup Top Level

Pensieri Profondi

PENSIERI PROFONDI
«Vorrei che tu venissi da me in una sera d’inverno e, stretti assieme dietro i vetri, guardando la solitudine delle strade buie e gelate, ricordassimo gli inverni delle favole, dove si visse insieme senza saperlo». (Dino Buzzati, Gli inviti superflui)

22/03/10

Lo schema All Stars - I movimenti di posizionamento

Nell'allenamento del 17 marzo abbiamo finalmente inserito 3 variazioni sostanziali nei nostri consueti schemi di gioco:

  • abbiamo introdotto la specializzazione dei ruoli, passando dall'abituale 4-2 (4 giocatori universali che fanno tutto e 2 palleggiatori) allo schema 2P-2C-2B (2 palleggiatori, 2 centrali e 2 bande)
  • la posizione dell'alzatore è passata dalla consueta zona 3 alla zona 2-3 (palleggiatore a destra)
  • siamo passati da un'organizzazione difensiva 3-1-2 (CentroMediano Avanzato) ad uno schema di difesa 3-2-1 (CentroMediano Arretrato)

Mi pare che i cambiamenti siano stati molto ben accolti e recepiti e quindi penso sia ora necessario riscrivere alcuni post sulle tattiche di gioco adottate. Dato il gran numero di schemi (studiate stelline, studiate...) ho pensato di dividere la discussione in più parti (movimenti di posizionamento, schemi di difesa, correlazione muro-difesa, schemi d'attacco).

Movimenti di posizionamento

Una conseguenza della specializzazione dei ruoli è il cambiamento della posizione dei giocatori in campo in funzione appunto del ruolo ricoperto. Lo scopo finale dei movimenti è di arrivare ad uno schema 3-2-1 con i palleggiatori a destra, i centrali al centro (ma và...) e le bande a sinistra:

Ricordandoci che nel momento in cui la palla è colpita dal battitore, ogni squadra deve essere posizionata all'interno del proprio campo nell'ordine esatto di rotazione (ad eccezione del battitore stesso), appena possibile i giocatori dovranno cambiare zona per andare a coprire quella prevista dal proprio ruolo. Cosa significa appena possibile?

  • Con il servizio a nostro favore è tutto facile ed il cambiamento di posizione si può e si deve attuare immediatamente dopo l'effettuazione del servizio.
  • In ricezione è chiaramente impossibile muoversi durante la battuta dell'avversario: la prima azione di gioco si effettuerà allora mantenendo le posizioni (ad eccezione del palleggiatore di prima linea) così come abbiamo sempre fatto. Appena realizzato l'attacco, mentre la palla sta andando verso il campo avversario, si attua il cambiamento di posizioni.

Posizionamento sul proprio servizio (Fase BP Battuta Punto)

Si inizia con la disposizione P1 in zona 2, C1 in zona 3, B1 in zona 4 e gli altri 3 giocatori in opposizione al proprio pari ruolo (P2 in zona 5, C2 in zona 6 e B2 in zona 1). I movimenti da eseguire dopo il servizio sono i seguenti:

I 3 giocatori di prima linea sono già a posto. B2 dopo il servizio deve andare a coprire zona 5, mentre P2 si porta in zona 1. Se B2 vuole velocizzare lo spostamento, può battere da una posizione più centrale o addirittura a sinistra (la posizione del giocatore al servizio non deve rispettare l'ordine di rotazione). Notate che la quarta rotazione con B1 al servizio sarà assolutamente speculare.

Nella successiva rotazione si avrà:

E' la rotazione più complicata: i giocatori di prima linea devono scambiarsi velocemente le posizioni senza intralciarsi (notate che è conveniente partire da una disposizione molto raggruppata per minimizzare gli spostamenti).

Analogamente in seconda linea, mentre P1 deve solo avanzare, C2 e B2 si devono scambiare (anche in questo caso è meglio partire raggruppati). La quinta rotazione, con P2 al servizio, è identica.

Le ultime due rotazioni (la terza e la sesta) prevedono questi movimenti:

Anche qui i giocatori di prima linea si devono scambiare. In seconda linea è solo C1 che avanza a coprire zona 5. E' assolutamente vero, come dice il Coach, che la pallavolo è un gioco di occasioni e circostanze e quindi schemi, posizioni ed atteggiamenti dei giocatori e della squadra devono adattarsi alle reali situazioni di gioco, ma gli schemi appena visti devono essere SEMPRE eseguiti, e quindi imparati e resi il più possibile automatici, per dare regolarità e fluidità al gioco.

Posizionamento sul servizio avversario (fase CP Cambio Palla)

Mentre lo schema di ricezione W si adatta molto bene alla difesa 3-1-2, non è così con la difesa 3-2-1. Lo schema di ricezione naturale sarebbe in questo caso il "3 in linea", che però per il momento non abbiano ancora provato.

Vediamo quindi adesso i movimenti inerenti al passaggio dallo Schema W alla Difesa 3-2-1.

Nelle rotazioni 1 e 4 (P in zona 2 e 5, C in zona 3 e 6, B in zona 4 e 1) i movimenti sono i seguenti:

Durante la ricezione si muove solo il palleggiatore che và in zona 3 ad alzare (resta quindi il vecchio schema di ricezione ed attacco). Dopo l'attacco, C e P si scambiano in prima linea (P palleggia ora da destra).

Le rotazioni 2 e 5 (P in zona 1 e 4, C in zona 2 e 5, B in zona 3 e 6) comportano questi movimenti:
Anche qui durante la ricezione si muove solo il palleggiatore che và in zona 3 ad alzare. Dopo l'attacco, C e P si scambiano in prima linea, mentre in seconda linea tutti e 3 i giocatori si spostano per andare a prendere la nuova posizione.

Per le rotazioni 3 e 6 infine:

Durante la ricezione non ci sono movimenti. Dopo l'attacco, in prima linea c'è uno scambio totale di posizioni, mentre in seconda linea si spostano solo C e P.

Nota finale

Gli schemi sembrano complicati, ma avete già visto dal primo allenamento che non sono poi così difficili e si tratta veramente solo di visualizzare e memorizzare la propria posizione in campo ed automatizzare i movimenti.
La cosa forse più difficile è il sincronismo di squadra, per evitare ad esempio che un giocatore cambi zona al momento sbagliato o scoordinto con il proprio pari ruolo.
Come chi ha letto i commenti di Pensiero Profondo sa, i giocatori di una vera squadra di pallavolo (come noi ALL STARS) devono essere fra loro in entanglement, cioè il movimento di uno di loro deve dipendere da quello di tutti gli altri, non separabili anche se distinti spazialmente.
Un aiuto al sincronismo può essere dato, soprattuto all'inizio, chiamando il cambio: il palleggiatore di prima linea, al momento opportuno, chiama CAMBIO ed avvia lo spostamento della prima linea; analogamente il palleggiatore che si trova in seconda linea può coordinare il momento esatto dello scambio di posizioni in seconda linea. Per il momento mi sembra abbastanza. Ora sta a noi applicare la teoria.

25 commenti:

41 Simone ha detto...

Avviso ai naviganti: come già detto da Max nella nota finale, state tutti tranquilli che con tutte ste frecce sembra di stare in una tribù di indiani ma applicare gli schemi è molto più semplice che spiegarli e scriverli. Solo questione di ricordarsi di spostarsi nella propria posizione in base al ruolo. Diventato automatico questo meccanismo il grosso è fatto!

23 Valentina ha detto...

E' tutto molto bello come diceva Pizzul, io personalmente la vedo di difficile applicazione per la sottoscritta, ormai vicina all'età pensionabile e con una spalla che si era appena rimessa dalla tendinosi cronica. Mercoledì proverò e vediamo come va, certo che se non dovessi riuscire ad alzare, ed essendo al 100% negata in altre posizioni di attacco, mi vedrò costretta a fare solo da interprete.

24 Claudia ha detto...

@Valentina... se io ho compreso le posizioni da subito e se non ho trovato particolari difficoltà... figuriamoci se non ci riesci tu!
Infondo siamo COETANEE

E ti dirò un'altra cosa: Ale ha detto che gli alzatori DEVONO e sottolineo DEVONO chiedere palla all'interno del cerchio...

Quindi oltre ad alzarle le palle DEVONO SPACCARLE!!! Vuoi perdere questa occasione????? :) :)

10 Davide ha detto...

Claudia mi piaci sempre di più!

23 Valentina ha detto...

@Claudia: non vedo difficile la comprensione delle posizioni in campo, credo di avere dei lembi del cervello ancora utilizzabili, nonostante l'età :-) - trovo un pò dura l'alzata da posto 2 a posto 4, ma mercoledì vediamo come va - quello che voglio (e sottolineo VOGLIO) evitare é di rimanere ferma per altri 6 mesi con il braccio paralizzato.
@Davide: ormai lo so che con te non ho speranze.

24 Claudia ha detto...

@Vale: Mai avuti dubbi sui tuoi lembi e Ribadisco... l'alzata non è difficile da posto 2 a poto 4... SE LA PALLA ARRIVA IN POSTO 2!!!

Porca miseriaccia FIDATI!!! Vedraiiiiiiii...

Per quanto rigurada Davide, non devi perdere le speranze ma solo metterti in coda!

10 Davide ha detto...

@Max: ora potremo battere qualunque squadra grazie ai nostri schemi "segreti"... ah ah ah ! ! !

8 Massimo ha detto...

Non preoccupatevi troppo della forza necessaria!

Nel nuovo schema l'alzatore non deve stare realmente in posto 2 ma a metà fra 2 e 3. Si dice alzatore a destra soprattutto perchè stà a destra del centrale.

L'alzata verso la banda in posto 4 è solo leggermente più lunga del solito, mentre la mezza al centro necessita di ancora meno spinta.

14 Sara ha detto...

Capito tutto! (Almeno spero..)
Ora aspetto con ansia il post per gli schemi di posizionamento in corrispondenza di attacco avversario (e quindi nostro muro). Non li ho ancora memorizzati e non li ho capiti proprio bene mercoledì scorso...

12 luca ha detto...

grande max, + chiaro di così nn si può!
e poi bisogna pensare positivo: xsonalmente, a me piace 1 sacco cambiare tutte ste cose e provare nuovi schemi: altrimenti nn si kiamerebbero allenamenti, ma tuttosempreugualeemifaccio2pallecosìognimercoledìnamenti...eh!!

dopo qsta bella precisazione, devo ringraziare 1 volta di + max, xkè mi dà modo di fare 1 bel cazziatone sia a laura (ma qui is an ordinary thing...huhuahhahaha) che a patrice!! dico a entrambi: guardate nella fase CP il movimento da fare nella rotazione 1-4: non appena gli avversari battono, il palleggiatore P1 VA IN MEZZO (lo riscrivo, magari nn si legge: IN MEZZO IN MEZZO IN MEZZO) e il centrale C1 VA IN POSTO 2 (riscrivo: IN POSTO 2 IN POSTO 2 IN POSTO 2); no xkè l'altra volta in 2 a fracassarmi la wallera sul fatto che il palleggiatore (laura) era già ok in posto 2 e qndi nn doveva fare il movimento al centro: così io (che ero il centrale C1) e la laura ci siam trovati entrambi in posto 2, e in 2 non la capivano che era come dicevo io (e come dice ora max ovviamente...): x tutto ciò devo dar merito ai gatti di marmo che mi hanno imparato l'anno scorso tutte qste belle cosette "sul campo"....xciò, come dicono dalle mie parti, mi viene spontaneo dire......"t'a vegnàt chì a insegnàc al gàtt a rampegà?"

hahahahahahaha ;-)

ciaociao

7 laura ha detto...

caro il mio Luca il cazziatone mi spiace dirtelo ma non puoi farmelo :) in separata sede, perchè non volevo confondere le idee e il magnifico post di max, ho scritto a quest'ultimo proprio a riguardo del posizionamento del palleggiatore quando si trova in posto 2.. il nostro Pensiero Profondo ti potrà illuminare poichè si possono fare entrambe le cose, sia quello scritto da max sia quello proposto da Patrice !!!
non vado nei dettagli perchè veramente ci tengo a non confondere le idee per cui preferisco nel caso adattarmi io da stasera :)

24 Claudia ha detto...

@Luca: Il coatch ha detto che gli alzatori devono SPACCARE LE PALLE non i centrali o i laterali o le ale o le bande!!!!!

Botte, botte!!!! :):)

24 Claudia (Alzatrice, per l'appunto!)

12 luca ha detto...

vi amo entrambe......

kiss*kiss=(kiss)^2

24 Claudia ha detto...

Disarmante.

10 Davide ha detto...

Sono geloso.

7 laura ha detto...

hai ragione davide.. spiacente ma io non amo nè Luca nè Davide.. amo la Claudia :)

7 laura ha detto...

ovviamente perchè è un'alzatrice come me, solo per questo :))))))))))))))))

Pensiero Profondo ha detto...

a proposito di... "il movimento di uno di loro deve dipendere da quello di tutti gli altri, non separabili anche se distinti spazialmente"

(P1+C1+B1+P2+C2+B2) disposti sul campo di gioco =
= 6 navigatori distinti, ma inseparabili, su una zattera in equilibrio

=> se un navigatore si sposta facendo basculare la zattera, gli altri devono farlo nel verso, direzione e modulo controbilanciato... ma perchè la zattera non affondi, i movimenti nello spazio debbono essere contemporanei

=> ogni movimento che destabilizza la zattera se controbilanciato dagli altri contemporanei movimenti produce una sensazione di euforia

=> da qui la conquista segnata da punti che chiameremo "kiss"

=> se ogni navigatore conquista dei "kisses", l'euforia aumenta in funzione esponenziale dei 6 navigatori in base ai "kisses" conquistati
euforia = kisses^6
questo in sintonia con la sensazione del singolo amplificata dalle sensazioni di ognuno nel gruppo

=> ecco perché è più importante "la squadra tutta" che "il singolo giocatore"

Anonimo ha detto...

Pensiero profondo ci stai intrigando!!!! CI PIACI!!!

8 Massimo ha detto...

Laura ha assolutamente ragione!

Nelle rotazioni 1 e 4 in teoria sono possibili tutti e 2 gli schemi:
- palleggiatore che resta fermo in 2 e centro che stringe in 3
- palleggiatore che và in 3 e centro che allarga in 2

In principio preferisco (almeno finchè non avremo imparato bene i movimenti) la seconda possibilità perchè:
- in ricezione faremo così sempre gli stessi movimenti e non 4 rotazioni in un modo (alzatore in centro) e 2 rotazioni in un altro modo (alzatore a destra)
- con lo schema di ricezione W il centrale riceve molto spostato a destra e sarebbe difficile per lui arrivare velocemente nella giusta posizione al centro centro-sinistra (occhio Davide che non è un commento politico...)

Quando avremo preso un pò di confidenza con i nuovi movimenti, potrà essere proprio l'alzatore a chiamare preventivamente la sua posizione al centrale ed al resto della squadra per variare così l'alzata (mezza avanti o mezza dietro) anche in funzione del muro avversario.
E si potrà anche fare la Fast :-D

24 Claudia ha detto...

La Fast... ragazzi che vocaboli, che progressi e che aspettative... YEAH

Salvo ha detto...

Salve, volevo chiedere delle delucidazioni inerenti allo schema 4-2 a 2 palleggiatori.

1) In ricezione, posizioni 4-5-6 non si crea confusione spostandosi i centrali al centro? Se la squadra avversaria batte tra zona 3/5 non ci si ritrova con la palla in faccia mentre si cambia? Tranne che interpreto male lo schema.

2) Si può utilizzare il libero sul centrale in 2° linea?

3) Il palleggiatore di 2° linea può penetrare a palleggiare facendo schiacciare il palleggiatore di 1° linea da opposto?

Grazie mille e complimenti per il blog.

All Stars Volley ha detto...

Ciao Salvo, grazie a te per il contatto e per i complementi.

Questo è uno schema di gioco utile (e molto usato per questo nella pallavolo amatoriale) per iniziare ad introdurre i ruoli diversificati. Si tratta di uno schema semplice con 2 alzatori, che prevede la ricezione a 5 ed il primo attacco con alzatore in posizione 3, mentre nei successivi attacchi l’alzatore si trova in posizione 2.

Ecco le risposte:

1. I centrali si spostano solo dopo il primo attacco seguente alla ricezione. Quindi, cronologicamente, ricezione a 5; primo attacco con il centrale in 2, l’alzatore in 3 e la banda in 4; spostamento del centrale in 3 e dell’alzatore in 2.

2. Assolutamente sì, in tutti gli schemi è sempre possibile utilizzare il libero, solitamente al posto del centrale.

3. Certo, può penetrare e usare il palleggiatore di 1a linea come opposto. E’ lo schema utilizzato anche a livello agonistico fino agli anni 70, dove i 2 alzatori erano chiamati “universali” in quanto in grado di fare veramente tutto. La difficoltà è che dopo aver alzato deve ritornare subito in difesa a coprire il posto 1 lasciato vuoto… Se pensi a questo tu e la tua squadra siete già maturi per il 5-1. Prova a guardare il post “Sistema di gioco 5-1 All Stars: movimenti di posizionamento per ricezione, attacco e difesa” del 20/07/13, soprattutto facendo riferimento alle posizioni P6, P5 e P4.

Spero di essere riuscito a chiarire i tuoi dubbi.

Salvo ha detto...

Cerco di ricapitolare:

In ricezione sulla 1a rotazione, il palleggiatore parte da posto 2 si sposta al 2/3 e palleggia zona 4 e zona 3, perché la ricezione a w impegna anche il centrale di 2° linea a ricevere tra zona 1/2.

Nella rotazione 4-5-6 il palleggiatore, i centrali e le bande si spostano subito appena batte la squadra avversaria o fanno il primo tempo in questo modo (come da figura) con il centrale che schiaccia da opposto?

Quali sono i falli di posizione facili da fare con questo schema?

Ti ringrazio per il tempo che mi hai dedicato, cercavo di rinfrescare le idee.
Se hai qualche schema sempre a 2 palleggiatori, con qualche variante di penetrazione, faresti cosa gradita.

Cordiali saluti e complimenti ancora.

All Stars Volley ha detto...

Nelle rotazioni 4-5-6, se vuoi mantenere la ricezione a W, la prima azione di attacco prevede che il centrale attacchi da opposto (rotazione 4-5) o da banda (rotazione 6) e che solo dopo il centrale e la banda di prima linea si spostino.

La ricezione W non espone a particolari falli di rotazione. L'unica cosa a cui stare attenti è il movimento del palleggiatore, che non deve essere anticipato ma deve avvenire assolutamente dopo la battuta avversaria.

Non ho schemi specifici 4-2 con penetrazione del palleggiatore, ma puoi fare riferimento a questo video su YouTube, che mi sembra molto chiaro https://www.youtube.com/watch?v=sg3sj8yZFAs

Ciao