All Stars News

ALL STARS NEWS
Comincia la nuova stagione sportiva degli All Stars Volley: lunedì 3 settembre ritrovo e primo allenamento. DAJE ALLS !

Pensieri Profondi

PENSIERI PROFONDI
«Macte nova virtute, puer, sic itur ad astra». (Virgilio, Eneide Libro IX, 641)

27/06/13

Open Volley Attack 3 - Finali

All Stars – Panzanove 1-2 (19-25 20-25 25-23)

AllS a Cologno
Ultima partita del torneo, la finale per il 7°-8° posto. Vincono i Panzanove, che giocano una partita senza grandi meriti ma senza grossi errori, giocando pulito e vincendo meritatamente.
Gli All Stars, un po’ scarichi, un po’ stanchi, un po’ mentalmente assenti, un po’ rotti e un po’ “rottituri” non sono mai entrati in partita nei primi due set.
Abbiamo come al solito sentito molto la partita e la competizione, rendendo molto meno delle nostre reali possibilità nei primi due set. Solo al terzo set, a risultato acquisito, ci siamo finalmente sciolti, giocando molto meglio, semplice e pulito, e vincendo meritatamente.
Un torneo che complessivamente poteva essere giocato meglio, ma che comunque ha ben mostrato il grande lavoro di consolidamento fatto quest’anno sui fondamentali di ricezione, difesa e attacco. Ha inoltre mostrato la compattezza morale del gruppo, con gli ottimi (in tutti i sensi) innesti dei tre nuovi AllS, Ricky, Josh e Dan.
Un torneo che ha anche evidenziati i possibili assi di lavoro per la prossima stagione:
  • l’ulteriore consolidamento dei fondamentali rivelatisi più deboli o più discontinui, come il muro e l’alzata;
  • l’ampliamento della varietà tattica del gioco d’attacco, sia attraverso uno sviluppo dei moduli di gioco, sia tramite il miglioramento della visione tattica dei singoli giocatori;
  • l’irrobustimento della rosa e la stabilizzazione dei ruoli;
  • l’acquisizione di una maggiore esperienza di gioco e la presa di coscienza dei propri mezzi (e naturalmente dei propri limiti).

Come dice Laura è stato un torneo emozionante, per voi che avete giocato, ma (credo) ancora di più per me che vi ho seguito e ho sofferto in panchina, dandovi il mio piccolo contributo di cronista, statistico e amico.


------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Il commento del Coach
Ho trovato la squadra stanca, con poca reattività. Era l’ultima e si vedeva. Questa partita riassume bene tutto il torneo:

  • se c’è sfida, competiamo più contro noi stessi che contro gli altri e perdiamo. Giochiamo col braccino, non siamo sciolti, siamo intimoriti. Abbiamo la paura di perdere e quindi facciamo tanti errori gratuiti;
  • una volta che il risultato è deciso, ci sciogliamo e giochiamo più vicini al nostro livello fino ad arrivare al momento di concludere, dove abbiamo la paura di vincere. Il braccino ritorna, la tensione anche, le scelte sbagliate ritornano e così  via…

Questo passerà con l’esperienza di gioco.

Secondo me, il migliore gioco è stato fatto durante la prima partita dove sapevamo che non potevamo vincere e, da quello che ho capito, durante il secondo set della semi-finale che era quasi perso.
Non giocavamo al di là del nostro livello di gioco ma giocavamo il nostro gioco, quello che sappiamo fare, che abbiamo dentro di noi. Giocando partite contro squadre diverse ci porterà a giocare sempre al nostro livello.

L’allenamento della stagione ha portato i suoi frutti e perciò sono contento. Adesso riposatevi per tornare a Settembre al 200% per continuare questo lungo viaggio iniziato.

Bravi a tutti!

------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Scouting

L’analisi statistica mostra un andamento molto simile alle altre partite del torneo:

  • un attacco molto positivo e con una buona efficienza;
  • una buona fase di ricezione e difesa (anche se questa volta leggermente inferiori al nostro standard);
  • un’alzata complessivamente positiva ma che non raggiunge la qualità a cui potrebbe arrivare e si “sporca” di qualche errore di troppo:
  • una battuta senza infamia e senza lode, con pochi errori ma che troppo spesso non mette in difficoltà gli avversari;
  • un muro discontinuo, a corrente alternata, che spesso si perde lasciando troppo spazio agli attacchi avversari.

Si è vista finalmente (soprattutto nel 3° set) una migliore ripartizione del gioco fra i reparti e questo ha influito positivamente sul rendimento dei centrali.

Per quanto riguarda i singoli, si notano le ottime percentuali d’attacco di Fabiana (6 punti in un set, 92% di positività e 46% di efficienza) di Daniele (12 punti in tre set, 69% di positività e 35% di efficienza) e di Ale e Rocco (prestazione gemella con 3 punti a testa in attacco e oltre 85% di positività).

Di seguito i risultati di squadra, per set e globali:

click per ingrandire

Nessun commento: